strategie per ripartire post covid-19

“Quasi tutti i settori dei mercati del lavoro europei sono stati colpiti dal blocco COVID-19 e dalle restrizioni alla mobilità. La maggior parte delle aziende sono state costrette a chiudere completamente, mentre la maggior parte delle aziende che stanno ancora operando hanno registrato un calo delle entrate.”
Fonte: Jobsora

Post covid-19

Parola d'ordine stare al passo con il tempo

Le attività più colpite dalla pandemia e dalle chiusure stabilite dai vari DPCM hanno visto decimarsi i propri guadagni e in alcuni casi anche i risparmi di una vita. Ripartire in queste condizioni è difficile quanto fondamentale. Le attività che sono riuscite a rimanere in piedi devono prendere consapevolezza che questa situazione ha cambiato le abitudini dei compratori e bisogna sapersi adattare per rimanere attivi e addirittura sfruttare la situazione per aggiornarsi e fatturare più di prima. Scopriamo come convertire un grosso problema in una grande opportunità…

1. definire il budget a disposizione

Se il budget pubblicitario post COVID-19 è limitato, bisogna saper ottimizzare le proprie risorse nella strategia più efficace nel breve periodo. Optare quindi per una campagna off-line risulterebbe sconveniente dal punto di vista economico e di tempistiche. Investire in campagne social o google ADS in questa situazione è sicuramente la mossa più intelligente e funzionale. Ciò permetterà di aver un focus definito, un target preciso e un bersaglio più facile da attrarre. Conoscere le abitudini e lo stile di vita della vostra Buyer Persona permetterà ai pubblicitari di scremare il pubblico disinteressato e concentrare il budget sui potenziali clienti realmente interessati. Questa strategia richiede una conoscenza delle piattaforme gestionali di web marketing avanzate, vi consiglio quindi di affidarvi sempre ad agenzie di comunicazione specializzate per evitare di sprecare i vostri soldi e il vostro tempo.

2. imparare le nuove abitudini dei clienti

Inevitabilmente, questo anno e mezzo di pandemia, ma soprattutto questo altalenarsi di zone rosse, gialle, verdi e bianche che hanno visto ogni mese milioni di persone segregate in casa, ha portato a un cambio radicale nelle abitudini di acquisto della popolazione. Chi era abituato ad andare a fare la spesa nel weekend ora ha scoperto le piattaforme digitali che ti portano la spesa a casa a costo 0, gli sportivi si sono costruiti delle vere e proprie palestre in casa e ancora chi era solito frequentare pizzerie ha optato per app come “Just eat” o “Glovo”. Aziende come Amazon, o più semplicemente piattaforme di vendita on-line, hanno registrato un incremento nel fatturato più del 50%. Sperare di ripartire post COVID-19 come se la pandemia non fosse mai esistita equivale a una tortura inflitta a se stessi. Se vendi un prodotto o offri un servizio sarà meglio per te organizzarti con un e-commerce o un gestionale che ti permetta di avere consulenze online e video call a distanza. Dimostra alle persone che hanno imparato ad utilizzare meglio google e app , che sai stare al passo con i tempi e rafforza il tuo negozio o la tua azienda con una presenza sempre più definita nel mondo digitale. 

3. metti in sicurezza il tuo negozio

Che ti piaccia o no questo post COVID-19 sarà caratterizzato da un’attenzione particolare per la prevenzione di altri contagi e la messa appunto del vostro negozio o della vostra azienda. Dare sicurezza alle persone che si interfacceranno direttamente con voi vi permetterà di assicurarvi delle entrate maggiori in sede. Se riuscirete a comunicare pulizia e sicurezza i clienti saranno più propensi a usufruire dei vostri servizi direttamente nel vostro locale, se questo non avverrà opteranno per un competitor più attrezzato e sicuro dal punto di vista sanitario, o magari cercheranno qualche risposta online. 

4. non smettere di pubblicizzarti

Anche se le risorse non sono molte, e preferiresti spendere i tuoi soldi in altro, ricorda sempre una regola fondamentale per il business di chiunque: la pubblicità è un investimento! Smettere di farsi pubblicità significa dare spazio ai competitor e sparire dalla piazza. Se opti per una strategia pubblicitaria vincente (ed è per questo che torno a consigliarti di affidarti ad un’agenzia di comunicazione) i soldi che hai investito ti torneranno con gli interessi. E’ proprio durante una ripartenza che l’azienda deve prevalere sui concorrenti. Un funnel generico consiste in poche fasi: 1. conoscenza di un prodotto/servizio  2. interesse per un’azienda  3. considerare l’acquisto del prodotto/servizio. 4. Reale intenzione all’acquisto. 5. Confronto tra competitor  6.Acquisto. Soffermandoci sul punto (5) possiamo dire con assoluta certezza che se il cliente non ti ha trovato, per quel determinato prodotto/servizio, verrai totalmente escluso dall’acquisto e continuerai a chiederti il perché di così poche richieste.

Per concludere

Sfrutta questa ripartenza per rinnovarti, valuta se dare una rinfrescata alla tua Visual Identity, creati una rete di contatti online, converti i visitatori in “buyer persona” digitali, offri servizi all’avanguardia, sviluppa strategie social, concentra budget e attenzione su un target definito e amplifica la richiesta operando su un settore continuamente in crescita!! Quello del web marketing.